Snowkite: Cos’è e Dove Praticarlo

Gli esperti sciatori e gli spericolati acrobati sullo snowboard sono pronti a giurare che si tratti di una disciplina facile e che si impara “sul campo” (o meglio, sulla pista). Lo snowkite è l’ultima frontiera degli sport invernali, nato sulla scorta della moda del suo cugino acquatico (kitesurf) e della possibilità di divertimento molto superiori dello sci normale, discesa o fondo che sia.

Ai piedi una tavola da snowboard (o gli sci, più facile per imparare), tra le mani un aquilone professionale per catturare il vento di montagna e via, in mezzo alla natura. Chi lo ha provato ha un solo aggettivo in mente: divertente. Sarà che tenere un aquilone tra le mani fa ritornare bambini, sarà l’ebrezza della novità, ma se si ha una discreta esperienza con gli sci ai piedi le soddisfazioni non mancheranno anche con questo nuovo sport.

Certo, il vento è l’elemento essenziale per lo snowkite che va praticato in un luogo abbastanza aperto senza cavi, fili elettrici, né tantomeno impianti di risalita nei paraggi. Anzi, lo snowkite è un vero e proprio skilift privato e gratuito: va in salita, in discesa e su piste pianeggianti. L’importante è saper guidare l’aquilone (assomiglia più ad un paracadute, però) dove vogliamo noi, non viceversa. Imparare a controllare il kite è fondamentale sia per la sicurezza sia per la riuscita di una buona performance. Ma attenzione: a differenza dell’omologo marino, non si “vola” sullo snowkite; si può scendere e salire, fare salti più o meno alti, ma i principianti è meglio che restino con gli sci per terra, anche se non si rischia di volare via trascinati dal vento. L’equipaggiamento è tarato per il proprio peso e poi, statisticamente, gli incidenti rispetto ad altre discipline è minore. Un po’ perché si va più piano, un po’ per la distanza tra i praticanti. Ma il divertimento non è certo inferiore. La sensazione di essere trascinati dal vento e, in qualche modo, di controllare l’aria è ineguagliabile.

Dove praticare lo Snowkite

Molti comprensori sciistici si stanno attrezzando con scuole per lo snowkiting e per vendere le attrezzature necessarie. Lo snowkite non può essere ovviamente praticato sulle piste convenzionali dove si scende. Servono neve fresca e collinette poco battute. In Italia, gli altipiani del Gran Sasso, per conformazione, si prestano molto bene a questo sport. A Roccaraso, Pizzalto o Aremogna, piuttosto che a Campo Imperatore (Aq) si sono già attrezzati. Anche sulle Alpi dolomitiche si va a gonfie vele: sul Cadore o in Val Venosta, perfino a Cortina e sul Tonale stanno sorgendo veri e propri club per sciare con l’aquilone. Sulle Alpi piemontesi si va di snowkite al Colle della Maddalena e sul Moncenisio, magari direttamente sui laghi ghiacciati. Lì, gli spazi sono meno pianeggianti. Per snowkiters esperti.

 

Foto starpitti

Nessun Commento

Lascia un commento