Il pattinaggio artistico su ghiaccio singolo

31

Conosciuto anche come pattinaggio artistico su ghiaccio individuale, il pattinaggio artistico su ghiaccio singolo fa parte delle discipline del pattinaggio di figura e viene eseguito appunto da un unico pattinatore, uomo o donna.
Come nel pattinaggio su rotelle, in questa particolare disciplina sportiva vengono eseguite figure di diversa difficoltà, molto simili ai salti del pattinaggio artistico: spirali, sequenze di passi, trottole e salti.

Le competizioni del pattinaggio singolo possono essere composte da un programma corto e da un programma libero e possono essere eseguite anche in due diverse giornate, mentre nelle gare e nelle competizioni più importanti, come i campionati mondiali o europei di pattinaggio di figura, il programma libero viene affrontato esclusivamente dagli atleti che si sono piazzati nelle prime ventiquattro posizioni.
Ma cosa sono esattamente i programmi corti e liberi?
I programmi corti, meglio conosciuti come obbligatori, sono delle sequenze della durata di due minuti e cinquanta secondi; per chi supera questo tempo, è prevista una penalità. Il programma corto è molto esigente, dato che comprende diversi elementi, che possono variare di anno in anno, che devono essere completati necessariamente nelle tempistiche stabilite.
Il programma libero invece viene deciso dall’atleta e consiste in un programma bilanciato che contiene elementi caratteristici del pattinaggio artistico, come i salti, le trottole, i passi e momenti di transizione, eseguiti su una base musicale scelta dall’atleta.
I programmi liberi durano 4 minuti e mezzo per gli uomini e 4 minuti per le donne, anche se i pattinatori in questo programma hanno un margine di 10 secondi.

L’attività agonistica internazionale di pattinaggio di figura è organizzata dalla International Skating Union (ISU), mentre in Italia si fa riferimento alla Federazione Italiana Sport sul Ghiaccio (FISG).

Il primo campionato mondiale di pattinaggio di figura, individuale maschile, si è svolto nel 1896, mentre per la gara femminile si è dovuto attendere fino al 1906.
Il pattinaggio artistico su ghiaccio è stato incluso nel programma olimpico sin dal 1924, in occasione dei giochi invernali di Chamonix.