Escursione al Lago di Lova – Borno – Valcamonica

227

Il Lago di Lova, poco sopra Borno, è un lago alpino che occupa il fondo di una conca di origine glaciale, a poco meno di 1300 metri di quota, tra il gruppo montuoso del Pizzo Camino (2491 m) e il monte Mignone (1742 m).
Il lago trae alimentazione da due modesti torrenti di montagna, che scendono dai rilievi circostanti, ed eventuali eccessi vengono scaricati a valle formando il torrente San Fiorino, emissario naturale del lago, affluente di sinistra del Trobiolo.
Il lago di Lova si trova inserito in un ambiente naturale tipico delle Prealpi lombarde, con estese foreste di abete rosso che incorniciano il bacino sulla sponda meridionale. Un ampio pascolo, in leggero pendio, contorna invece il lago sul lato settentrionale.
Il sentiero parte a 912 metri quindi ci sono 400 metri di dislivello ma, anche se il percorso è piuttosto ripido, non presenta particolari difficoltà e, dopo circa un’ora di cammino, attraverso i pini si arriva al lago.

Come raggiungerlo
Il lago di Lova si può raggiungere direttamente da Borno, percorrendo una carrozzabile decisamente ripida, la pendenza è molto accentuata (in certi punti supera il 20%) ed ha un fondo a tratti sconnesso, percorribile solo con robusti mezzi fuoristrada.
Dalla strada carrozzabile, in località Navertino parte una strada a fondo naturale che, attraversato il torrente San Fiorino, risale il versante opposto della valletta e, una volta giunti al bivio, tenendo la destra, si giunge al sentiero nelle vicinanze del lago.
Il lago può essere raggiunto anche partendo da Ossimo Superiore, tramite una ripida mulattiera che dalla parte alta del paese sale alla località Baleggie da cui, in piano, si perviene al lago.
Infine, è possibile arrivare al lago di Lova da Villa, frazione di Lozio, valicando il Colle del Mignone (1526 m).
Tutti questi itinerari sono praticabili unicamente a piedi, oppure in mountain bike, dal momento che vige il divieto di transito per i mezzi motorizzati.

Relax e picnic
Una volta raggiunto il lago, il paesaggio merita la fatica della salita.
Vi ritroverete in un grande prato, con una zona attrezzata per le famiglie che vogliono fare pic-nic o mangiare sui tavoli all’aperto.
La vegetazione è tipicamente alpina, con fiori e piante tipici delle zone.