Preparare lo zaino perfetto per il trekking

27

Siete in partenza per una giornata di trekking e dovete preparare lo zaino con tutto l’occorrente per la vostra escursione? Ecco alcune indicazioni per non dimenticare nulla!
Durante la bella stagione lo zaino dovrebbe essere preferibilmente leggero e di dimensione contenuta, solitamente fra i 20 e i 30 litri, mentre durante la stagione invernale è meglio optare per uno zaino più capiente, fra i 35 e i 50 litri e più strutturato.

Riempire la parte inferiore, intermedia e superiore

Prima di iniziare a riempire lo zaino, dovete farvi un’idea di tutto ciò che dovete portare e di come distribuire i materiali ed il carico all’interno dello zaino stesso, quindi appoggiate tutti gli oggetti vicini, magari sul tavolo o sul pavimento.
In base all’escursione che avete in programma, dovreste sapere già quali attrezzature portare perché vi potranno essere utili.
Sul fondo dello zaino potete sistemare ben piegati, in modo che occupino il minor spazio possibile, alcuni indumenti leggeri di ricambio, come un piumino, o dell’abbigliamento termico in pile, in modo da assicurarvi di non avere oggetti duri o spigolosi che premono sulle anche e sulla zona lombare mentre camminate.
Sempre nella parte più bassa e possibilmente sul lato della schiena sistemate gli oggetti più pesanti, come la borraccia, i contenitori del cibo e le vostre attrezzature tecniche.
Nella tasca esterna superiore dello zaino potete mettere gli oggetti più piccoli, che potreste perdere all’interno dello zaino o che volete avere a portata di mano, come ad esempio le mappe, gli occhiali da sole, barrette, caramelle.

Oggi quasi ogni zaino da trekking possiede speciali dotazioni che consentono di legare alcuni oggetti all’esterno, come ad esempio i bastoncini da trekking, i pali della tenda, i ramponi o la corda da arrampicata.
Fate molta attenzione se decidete di agganciare qualcosa all’esterno, perché potrebbe restare impigliato tra i rami o incastrarsi tra le rocce.